Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici dell'Emilia Romagna

Statue degli Evangelisti Luca e Marco

Bologna, Santuario della Madonna di San Luca, statua di San Marco
Regione
Emilia-Romagna
Provincia
Bologna
Comune
Bologna
Ubicazione/Indirizzo
Colle della Guardia, Santuario della Beata Vergine di San Luca, facciata (ingresso)
Proprietà
ecclesiastica
Autore
Bernardino Cametti (1682 - 1736)
Cronologia
1716

Descrizione breve

Le due statue, attualmente collocate ai lati dell'ingresso del Santuario, rappresentano gli Evangelisti Luca e Marco, con gli attributi iconografici che rispettivamente li identificano: il toro ed il leone. Entrambe le statue mostrano la disposizione a chiasmo, con l'avanzamento di un braccio e della gamba opposta, derivata da modelli antichi ed utilizzata come espediente per conferire dinamicità alla figura. Nel ricco panneggio delle vesti dei due Santi è riscontrabile un'influenza della tradizione scultorea del barocco romano.

Le due figure sono in un certo senso contrapposte e complementari. San Luca è rappresentato avvolto, quasi chiuso nel proprio mantello, in atteggiamento contemplativo: la mano sinistra sul petto e gli occhi rivolti al cielo, sorregge e presenta ai fedeli con la mano destra un'icona che richiama quella conservata all'interno del Santuario. San Marco, al contrario, è rivolto verso chi osserva, come sottolinea l'apertura stessa del mantello, e sembra fissare lo sguardo verso la comunità a cui è destinata la parola di Dio, contenuta nel Vangelo che stringe in mano. Tanto l'uno appare rapito nell'estasi della contemplazione, quanto l'altro sembra voler intervenire direttamente ed attivamente, portando nel mondo la propria opera di evangelizzazione. Anche i due mezzi che essi propongono, l'immagine ed il testo sacro, sono due diversi modi di parlare ai fedeli.

NOTIZIE STORICHE

Lo scultore di origine piemontese Bernardino Cametti, attivo a Roma ed allievo di Camillo Rusconi, ottenne l'incarico per la realizzazione delle due statue nel 1716. Le statue erano originariamente collocate nel presbiterio, e furono trasferite ai lati dell'ingresso al momento del completamento della facciata, fatta erigere nel 1756 per volere di Benedetto XIV Lambertini.

Bibliografia

R. ROLI, La pittura e la scultura nel santuario, in M. FANTI, G. ROVERSI, La Madonna di S. Luca in Bologna, Bologna 1993; pp. 219-231

Segretariato regionale del Ministero per i beni e le attività culturali per l'Emilia-Romagna
C.F. 91220990377 - codice iPA per fatturazione elettronica: BQ9N1I
Strada Maggiore, 80 - 40125 - Bologna - Italia
Tel. 39 051 4298211 - Fax. 39 051 4298277

Lun-Ven: 9.00-17.00

e-mail: sr-ero@beniculturali.it - mbac-sr-ero@mailcert.beniculturali.it

  
fb
icon youtube icona twitter