Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici dell'Emilia Romagna

02 - Santarcangelo - Porta del Campanone vecchio

di Barbara Vernia
Santarcangelo (Rimini), Porta Campanone.
Santarcangelo (Rimini), Porta Campanone, particolare dell’arco. Santarcangelo (Rimini), Porta Campanone, particolare della muratura. Santarcangelo (Rimini), Porta Campanone vista dal borgo.
Tipo
Porta urbica
Nazione
Italia
Regione
Emilia Romagna
Provincia
Rimini
Comune
Santarcangelo
Località
Santarcangelo
Data compilazione
2007

Abstract

La porta del Campanone vecchio era probabilmente l’accesso al più antico castello di Santarcangelo. Databile forse al XII secolo, sicuramente ben fortificata prima della metà del XIV secolo, era un tempo munita di ponte levatoio. Al tempo della presa di Santarcangelo da parte di Carlo Malatesta risalgono la rovina delle antiche strutture e i conseguenti lavori alla porta e anche alla torre campanaria civica, ricostruita poco distante nel XIX secolo.

Ubicazione/Come arrivare

Via della Cella

Informazioni Turistiche

Libero accesso

Descrizione

Porta fortificata di cui rimane l'arco a tutto sesto e tracce della struttura per il ponte levatoio. La struttura è affiancata da edifici che insistono sulle torri di rinforzo della porta. Nelle murature adiacenti si notano tracce del reimpiego di materiali delle più antiche mura di Santarcangelo.

Si ipotizza che la porta del Campanone vecchio fosse l'accesso al più antico castello di Santarcangelo, perché in quel punto è la parte più alta del colle Giove, su cui sorge la cittadina. È difficile datare la struttura superstite al XII secolo, ma certamente doveva essere ben fortificata prima della metà del XIV secolo, quando iniziarono le battaglie che culminarono col possesso di Santarcangelo da parte di Carlo Malatesta ma anche con la rovina delle antiche strutture: è probabile che proprio alla seconda metà del XIV secolo risalgano i lavori ancora oggi visibili. Tali lavori coinvolsero anche il Campanone, ovvero la torre campanaria civica, rovinata già nel XVIII secolo e ricostruita, in forme neogotiche, poco distante nel 1893 e tuttora attiva.

Cronologia

Prima del XIV secolo

Bibliografia

M. BIORDI, S. NICOLINI, M. TURCI, Guida per Santarcangelo, Rimini 1985, p. 68.

S. TAMAGNINI, Santarcangelo alta e ridente, Rimini 1991, p. 41-42.

Mappa

Itinerari collegati

Le cittą murate della bassa valle del Marecchia
  • Tipo storico-archeologico
  • Nazione Italia
  • Regione Emilia-Romagna
  • Provincia Rimini

Risalendo il fiume Marecchia da Rimini verso l’Appennino ci si inoltra in una valle ricca di complessi fortificati, borghi, rocche e fattorie nati dalla necessità, evidente soprattutto a partire dal Medioevo, di controllo e presidio su una via di comunicazione e di commerci fra l’Adriatico, l’Appennino e la Toscana. Il territorio si è sviluppato nel rispetto delle testimonianze antiche, tanto che ancora oggi è possibile apprezzarne la presenza.

Segretariato regionale del Ministero per i beni e le attività culturali per l'Emilia-Romagna
C.F. 91220990377 - codice iPA per fatturazione elettronica: BQ9N1I
Strada Maggiore, 80 - 40125 - Bologna - Italia
Tel. 39 051 4298211 - Fax. 39 051 4298277

Lun-Ven: 9.00-17.00

e-mail: sr-ero@beniculturali.it - mbac-sr-ero@mailcert.beniculturali.it

  
fb
icon youtube icona twitter