Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici dell'Emilia Romagna

12 - Verucchio - Rocca del Passerello

di Barbara Vernia
Verucchio (Rimini), porta Passerello vista dall’esterno delle mura.
Verucchio (Rimini), porta Passerello, veduta generale. Verucchio (Rimini), particolare della muratura. Verucchio (Rimini), vista dall’interno delle mura.
Tipo
Porta di castello
Nazione
Italia
Regione
Emilia Romagna
Provincia
Rimini
Comune
Verucchio
Località
Verucchio
Data compilazione
2007

Abstract

Edificata nel XIII secolo dalla famiglia Passerello, passò nel XIV secolo ai Malatesta che ne fecero un uso residenziale. I Francescani edificarono nelle sue vicinanze una chiesa e un convento. Dopo la caduta dei Malatesta il complesso di rocca e convento andò in rovina, finché nel 1636 le Clarisse ottennero l’area edificando un loro convento che inglobò le antiche strutture rimaste. Dell’antica rocca malatestiana sopravvive solo la porta, riedificata nel 2001 coi materiali originari.

Ubicazione/Come arrivare

Via Mura S. Giorgio

Informazioni Turistiche

Accesso libero alla porta. L'ex convento è in fase di restauro

Descrizione

Attualmente tutto ciò che resta della seconda rocca malatestiana di Verucchio è la porta, riedificata nel 2001 coi materiali originali dopo che fu in parte smontata nel 1964. Essa è adiacente all'ex convento delle monache benedettine, anche se il complesso è ancora noto con l'intitolazione a S. Chiara perché dalla fondazione, nel 1636, fino alle soppressioni napoleoniche ospitò le clarisse. Il complesso fu realizzato proprio sui ruderi della rocca del Passerello, considerata la rocca residenziale dei Malatesta rispetto alla rocca militare, quella del Sasso. Doveva avere anche minori proporzioni, ma la rovina, le asportazioni e le fabbriche religiose hanno sconvolto l'area. Oltre alla porta, risale all'epoca malatestiana la cisterna per l'acqua piovana ancora visibile, mentre i muri esterni rinforzati e la mulattiera sono del XVII secolo e volutamente realizzati secondo schemi più antichi.

Attestata sin dal XIII secolo, la rocca fu edificata dalla famiglia Passerello, ma nel XIV secolo divenne proprietà dei Malatesta. Da allora, la seconda rocca di Verucchio è sempre stata accessoria alla prima, in una zona meno utile strategicamente, e anche per questo ben presto occupata da religiosi, protetti dai Malatesta, come i Francescani, che all'ombra del Passerello nel 1320 edificarono una chiesa ed un convento. A metà del XV secolo Sigismondo Pandolfo Malatesta intervenne in modo radicale anche su questa struttura oltrechè sulla rocca del Sasso, ma già nel 1486 il castello è citato come non più funzionale e poco dopo si parla di rovine. Nel 1636 le clarisse ottennero l'usufrutto della zona e vi realizzarono il loro convento inglobando le poche strutture utilizzabili e abbattendo gli alzati ridotti a rudere.

Cronologia

Dal XIII sec. d.C.

Bibliografia

L. BERNARDI, Verucchio: guida storico-artistica illustrata, Verucchio 2004, p. 45-46, 54-55, 65-67.

Guida alla signoria dei Malatesta: in viaggio nelle colline riminesi, Rimini 2005, p. 52-53.

Mappa

Itinerari collegati

Le cittą murate della bassa valle del Marecchia
  • Tipo storico-archeologico
  • Nazione Italia
  • Regione Emilia-Romagna
  • Provincia Rimini

Risalendo il fiume Marecchia da Rimini verso l’Appennino ci si inoltra in una valle ricca di complessi fortificati, borghi, rocche e fattorie nati dalla necessità, evidente soprattutto a partire dal Medioevo, di controllo e presidio su una via di comunicazione e di commerci fra l’Adriatico, l’Appennino e la Toscana. Il territorio si è sviluppato nel rispetto delle testimonianze antiche, tanto che ancora oggi è possibile apprezzarne la presenza.

Segretariato regionale del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo per l'Emilia-Romagna
C.F. 91220990377 - codice iPA per fatturazione elettronica: BQ9N1I
Strada Maggiore, 80 - 40125 - Bologna - Italia
Tel. 39 051 4298211 - Fax. 39 051 4298277

Lun-Ven: 9.00-17.00

e-mail: sr-ero@beniculturali.it - mbac-sr-ero@mailcert.beniculturali.it

  
fb
icon youtube icona twitter