Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici dell'Emilia Romagna

17 - Verucchio - Pieve di S. Martino in Rafaneto

di Barbara Vernia
Verucchio (Rimini), Pieve di S. Martino, il campanile e l’abside.
Verucchio (Rimini), Pieve di S. Martino, particolare della muratura. Verucchio (Rimini), Pieve di S. Martino, muro dell’antica facciata. Verucchio (Rimini), Pieve di S. Martino, lato nord.
Tipo
Pieve
Nazione
Italia
Regione
Emilia Romagna
Provincia
Rimini
Comune
Verucchio
Località
Pieve
Data compilazione
2007

Abstract

Il piccolo edificio di culto, realizzato in pietra locale, conserva un’abside semicircolare databile al X secolo e la torre campanaria ascrivibile all’inizio del XIII secolo. Vi furono rinvenute, riutilizzate nella muratura, tre lapidi sepolcrali d’epoca imperiale romana e un orologio solare, anch’esso romano. Testimoniata fin dal 1230, la pieve decadde all’inizio del XVII secolo e fu variamente riutilizzata fino ad un recente intervento di restauro e recupero delle parti antiche.

Ubicazione/Come arrivare

Via Pieve

Informazioni Turistiche

Visibile dall'esterno.

Descrizione

Sconvolto da diversi secoli di abbandono e di svariati utilizzi, il piccolo edificio di culto, realizzato in pietra locale con unica navata, presenta ancora parti antiche: l'abside semicircolare decorata con archetti e databile probabilmente al X secolo, e la tozza torre campanaria, successiva, ma comunque ascrivibile all'età medievale, probabilmente non oltre l'inizio del XIII secolo.

Durante i primi lavori di consolidamento e di scavo archeologico del 1893 sono state rinvenute, riutilizzate nella murature, tre lapidi sepolcrali romane d'epoca imperiale, oggi conservate alla rocca del Sasso insieme all'orologio solare romano rinvenuto invece negli scavi.

La prima testimonianza certa dalla pieve è datata al 1230: decaduta all'inizio del XVII secolo, quando i suoi titoli furono trasferiti, ha subito diversi riutilizzi agricoli, fino ai recentissimi lavori di restauro e recupero che ne hanno rimesso in luce le parti più antiche.

Cronologia

Dal X-XI sec. d.C.

Bibliografia

C. CURRADI, Pievi del territorio riminese nei documenti fino al mille, Rimini 1984, p. 111-121.

L. BERNARDI, Verucchio: guida storico-artistica illustrata, Verucchio 2004, p. 30-31.

Mappa

Itinerari collegati

Le cittą murate della bassa valle del Marecchia
  • Tipo storico-archeologico
  • Nazione Italia
  • Regione Emilia-Romagna
  • Provincia Rimini

Risalendo il fiume Marecchia da Rimini verso l’Appennino ci si inoltra in una valle ricca di complessi fortificati, borghi, rocche e fattorie nati dalla necessità, evidente soprattutto a partire dal Medioevo, di controllo e presidio su una via di comunicazione e di commerci fra l’Adriatico, l’Appennino e la Toscana. Il territorio si è sviluppato nel rispetto delle testimonianze antiche, tanto che ancora oggi è possibile apprezzarne la presenza.

Segretariato regionale del Ministero per i beni e le attività culturali per l'Emilia-Romagna
C.F. 91220990377 - codice iPA per fatturazione elettronica: BQ9N1I
Strada Maggiore, 80 - 40125 - Bologna - Italia
Tel. 39 051 4298211 - Fax. 39 051 4298277

Lun-Ven: 9.00-17.00

e-mail: sr-ero@beniculturali.it - mbac-sr-ero@mailcert.beniculturali.it

  
fb
icon youtube icona twitter