Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici dell'Emilia Romagna

06 - Montetiffi - Ponte romanico

di Barbara Vernia
Montetiffi (Forlì-Cesena), il ponte sul fiume Uso.
Montetiffi (Forlì-Cesena), ponte sul fiume Uso, il passaggio pedonale. Montetiffi (Forlì-Cesena), ponte sul fiume Uso, veduta verso Montetiffi. Montetiffi (Forlì-Cesena), ponte sul fiume Uso, particolare della muratura. Montetiffi (Forlì-Cesena), il mulino Tornani.
Tipo
Ponte
Nazione
Italia
Regione
Emilia Romagna
Provincia
Forlì-Cesena
Comune
Sogliano sul Rubicone
Località
Montetiffi
Data compilazione
2007

Abstract

Il ponte, realizzato in pietra concia con un unico arco, attraversa il fiume Uso. Poco sotto sono ancora visibili i resti del vicino mulino Tornani, di epoca medievale. La sua costruzione è presumibilmente legata a quella della vicina abbazia di Montetiffi, riferibile ai secoli XI e XII. E’ stato un punto strategico e per questo conteso, prima tra gli abati di Montetiffi e le diverse comunità del Montefeltro, poi dai Malatesta e i Montefeltro di Urbino. In età moderna perderà di importanza.

Ubicazione/Come arrivare

Via Montetiffi - deviazione sterrata

Informazioni Turistiche

Libero accesso

Descrizione

Il ponte è realizzato in pietra concia con un unico ampio arco, che scavalca la profonda gola scavata nella roccia dall'Uso. La luce misura 10 m, mentre il ponte è largo appena 2 m, con basse spalle che fungono da bordo del passaggio esclusivamente pedonale.

La struttura, con una collaborazione tra Politecnico di Milano e Soprintendenza per i Beni Archeologici dell'Emilia Romagna, è stata consolidata e restaurata nel 2006, dopo un approfondito studio sui materiali e sulla preoccupante situazione statica, che aveva portato a non rendere più possibile l'attraversamento.

Poco sotto il ponte sono ancora visibili i ruderi del vicino mulino Tornani, di proprietà privata, risalente all'epoca medievale.

Il ponte sull'Uso, la cui costruzione è presumibilmente legata a quella della vicina Abbazia di Montetiffi e quindi ai secoli XI-XII, è posto sulla strada che collegava le valli del Rubicone, dell'Uso con la val Marecchia e S. Leo. A lungo è stato un punto strategico nei rapporti tra le valli e perciò conteso tra gli abati di Montetiffi e le diverse comunità del Montefeltro, fino alle contrapposizioni tra i Malatesta locali e i Montefeltro di Urbino.

Con l'età moderna e la crisi generale della regione, anche il ponte ha perso importanza e non si è più provveduto alla sua manutenzione, poiché cadde in disuso al momento della realizzazione della via asfaltata che oltrepassa il torrente poco lontano. Similmente, il mulino Tornani è rimasto come piccola attività produttiva legata all'abbazia fin quando le sue strutture e la sua posizione lo hanno reso dapprima un centro di importanza locale, poi, dagli anni Cinquanta del XX secolo, solo un onere da lasciare a sé stesso.

Cronologia

XI-XII sec. d.C.(?)

Bibliografia

L'abbazia di Montetiffi, Montetiffi 2006? (ciclostilato), p. 8.

http://www.buildup.it/portal/index.asp?location=Applicazioni Strutturali§ion=Ponti&objCode=27542&template=

Mappa

Itinerari collegati

Le città murate della valle del Rubicone e della valle dell'Uso
  • Tipo storico-archeologico
  • Nazione Italia
  • Regione Emilia-Romagna
  • Provincia Forlì-Cesena

A nord della valle del Marecchia, si allineano quelle del Rubicone e dell’Uso. Lungo il percorso sorgono una serie di borghi, che furono fortificati nel basso Medioevo e il Rinascimento. Le più antiche testimonianze risalgono all’età romana. In seguito l’autorità ecclesiastica sviluppò importanti infrastrutture, che divennero importanti centri di aggregazione per le comunità rurali. Più tardi arrivarono le famiglie aristocratiche riminesi e dei Montefeltro a realizzare complessi fortificati.

Segretariato regionale del Ministero per i beni e le attività culturali per l'Emilia-Romagna
C.F. 91220990377 - codice iPA per fatturazione elettronica: BQ9N1I
Strada Maggiore, 80 - 40125 - Bologna - Italia
Tel. 39 051 4298211 - Fax. 39 051 4298277

Lun-Ven: 9.00-17.00

e-mail: sr-ero@beniculturali.it - mbac-sr-ero@mailcert.beniculturali.it

  
fb
icon youtube icona twitter