Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici dell'Emilia Romagna

25 - Ferrara - Palazzo dell’aeronautica

di Chiara Magalini
Ferrara, Palazzo dell'Aeronautica, particolare
Ferrara, Palazzo Aeronautica
Tipo
palazzo
Nazione
Italia
Regione
Emilia-Romagna
Provincia
Ferrara
Comune
Ferrara
Data compilazione
2007

Abstract

Il Palazzo dell'aeronautica, in angolo fra viale Cavour e via Ariosto, fu costruito tra il 1935 e il 1937 come sede dell'Istituto medico-legale dell'aeronautica su progetto dell'ingegner Giorgio Gandini e con la direzione del cantiere dell'inegegner Carlo Savonuzzi. L'edificio, compatto e con pianta a L, è privo di una vera e propria facciata. I prospetti, che si susseguono senza soluzione di continuità, sono uniformati dal paramento laterizio che reinterpreta il tradizionale cotto ferrarese.

Ubicazione/Come arrivare

viale Cavour 118

Informazioni Turistiche

l'edificio è visibile solo all'esterno

Descrizione

Il palazzo in angolo fra viale Cavour e via Ariosto, fu costruito tra il 1935 e il 1937 come sede dell'Istituto medico-legale dell'aeronautica, grazie ai finanziamenti erogati dal Ministero dell'aeronautica stesso. L'istituto aveva il compito di eseguire le visite di collaudo e di controllo della capacità fisica alla guida per i piloti militari e civili di tutto il nord Italia. Il progetto fu elaborato nel 1934 dall'ingegner Giorgio Gandini mentre fu l'ingegnere Carlo Savonuzzi a dirigere i lavori di costruzione.

L'edificio, uno dei più interessanti esiti del razionalismo ferrarese, ha una pianta a L che converge sulla soluzione d'angolo arrotondata, e una volumetria compatta.

L'impressione di massiccia solidità è accentuata, nel disegno dei prospetti, dalla prevalenza dei pieni e dalle piccole dimensioni delle aperture rispetto alle ampie superfici cieche. La disposizione delle finestre, delle cornici e il coronamento piano enfatizzano lo sviluppo orizzontale dell'edificio, mentre la soluzione d'angolo, su cui si apre l'ingresso principale, è posta in risalto da una moderata soprelevazione rispetto al resto della costruzione, ed è solcata da una stretta finestra verticale centinata.

L'edificio sembra tuttavia privo di una facciata principale vera e propria e i prospetti si susseguono senza soluzione di continuità, uniformati dal paramento in laterizio che reinterpreta il tradizionale cotto ferrarese, con raffinati inserimenti in marmo, utilizzato per le cornici che sottolineano le finestre, il basamento e la linea di coronamento del tetto. Il portale d'ingresso è inquadrato da due pilastri rivestiti in marmo, con la parte alta in laterizio a scanalature orizzontali, che sorreggono una piccola tettoia, sporgente il tanto che basta a ospitare l'insegna "aeronautica", formata da sottili ed eleganti lettere in metallo. Sui gradini del portale d'ingresso, che seguono, come la pensilina, l'andamento curvilineo del prospetto, poggia una coppia di sfere in marmo, dettaglio raffinato che, insieme alle belle lampade ai lati dei pilastri, arricchisce la severa immagine dell'edificio.

Cronologia

1935-37

Bibliografia

L. SCARDINO, Itinerari di Ferrara Moderna, Firenze 1995, pp. 126-127

Mappa

Itinerari collegati

Ventennio: le città sulla via Emilia e la Romagna
  • Tipo architettonico - artistico
  • Nazione Italia
  • Regione Emilia-Romagna
  • Provincia Province varie

Segretariato regionale del Ministero per i beni e le attività culturali per l'Emilia-Romagna
C.F. 91220990377 - codice iPA per fatturazione elettronica: BQ9N1I
Strada Maggiore, 80 - 40125 - Bologna - Italia
Tel. 39 051 4298211 - Fax. 39 051 4298277

Lun-Ven: 9.00-17.00

e-mail: sr-ero@beniculturali.it - mbac-sr-ero@mailcert.beniculturali.it

  
fb
icon youtube icona twitter