Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici dell'Emilia Romagna

Ferrara - 1. Torre della Vittoria

di Girolamo e Carlo Savonazzi, ingegneri comunali; Arrigo Minerbi (1881-1960), scultore
1. Ferrara, monumento ai caduti (foto Marianna Biondi, 2011)
2. Ferrara, monumento ai caduti, particolare (foto Marianna Biondi, 2011) 3. Ferrara, monumento ai caduti (foto Marianna Biondi, 2011) 4. Ferrara, Torre della Vittoria (foto Marianna Biondi, 2011) 5. Ferrara, Torre della Vittoria, Campana della Vittoria (foto Museo del Risorgimento Bologna, 1929 ca.)
Tipo
monumento ai caduti
Nazione
Italia
Regione
Emilia-Romagna
Provincia
Ferrara
Comune
Ferrara

Ubicazione/Come arrivare

piazza Trento e Trieste

Descrizione

Ferrara ha dedicato alla commemorazione dei suoi Caduti del 1915-18 la torre della Vittoria.
La torre fu costruita nel 1928 da Girolamo Savonazzi, l’ingegnere comunale incaricato di completare i lavori iniziati nel 1923 da Venceslao Borzani riguardanti il rifacimento del prospetto principale del palazzo del Comune di Ferrara. La struttura merlata in stile neo-medievale prende spunto dalla scomparsa torre di Rigobello e si rifà al progetto di Giuseppe Castagnoli e Filippo Bordini, scartato al concorso di selezione.
Alla sommità è allogata dal 1928 una campana sorretta da sei aquile, con iscrizione nella fascia superiore, semplici decorazioni nelle fasce di base e di testa, raffigurazioni di San Giorgio patrono di Ferrara e del copatrono San Maurelio, stemma civico e littorio romano.
Sulla facciata sono inserite una targa estense trecentesca e un’epigrafe dedicata alla memoria degli eroi dettata da Giuseppe Agnelli, direttore della Biblioteca comunale Ariostea di Ferrara dal luglio 1892 alla fine del 1933.
Sotto la lapide, un ampio arco a sesto acuto schiude l’accesso al Tempio consacrato ai Caduti, con un elegante cancello in ferro battuto a protezione del sacello con la statua in bronzo della Vittoria del Piave.
La Vittoria, realizzata nel 1928 dal ferrarese Arrigo Minerbi, è una figura di donna alata, nuda, il cui viso esprime con dolente patetismo la delusione di una vittoria monca, la sofferenza per i numerosi Caduti. E’ una sorta di Vittoria perdente, trattenuta nell’impeto del volo dai ceppi che le legano le gambe a un basamento che evoca un pilone del fiume Piave. Un’opera liberty, carica di simbolismo patriottico.
Arrigo Minerbi eseguì diverse versioni della Vittoria del Piave. La prima, in marmo, deve la sua ispirazione alla disfatta di Caporetto del 1917. Dopo successive elaborazioni, la prima fusione, destinata al Monumento ai Caduti di Cuggiono (Milano) avvenne nel 1923. Nel 1924 un esemplare in bronzo fu posto presso la Torre della Vittoria di Ferrara e nel 1935 un altro esemplare fu collocato all’ingresso del Vittoriale da Gabriele D’Annunzio che per l’artista Minerbi aveva una particolare predilezione.

a cura di Marianna Biondi - Prospectiva Scarl


COMMITTENZA:

Comune di Ferrara

ISCRIZIONI:

[torre della Vittoria, lapide]: HEROUM MEMORIA/ PERPETUO REVIRESCIT/ MCMXV MCMXVIII

[cancello, base]: MCMXXVIII

[tempio della Vittoria, piedistallo della statua]: ME/ AGMINIS SUPER UNDAS/ VINCTAM TENUERE VICTORES/ NUNC TUTAM SERVATE/ CIVES/ ET BONA PERACTIS JUNGITE FATA/ MCMXV-MCMXVIII

[tempio della Vittoria, base della statua]: LA VITTORIA DEL PIAVE

[tempio della Vittoria, pilone]: XXIIII MAGGIO/ MCMXV// IV-NOV// (lato destro) EMBRE MCMXVIII

[campana, fascia superiore]: MENTEM SANCTAM SPONTANEAM HONOREM DEO ET PATRIA E LIBERATIONEM

 

Cronologia

1928

Bibliografia

ASCFE, Il bozzetto pel monumento ai Martiri ed ai Caduti (nostra intervista con l'autore) in "Gazzetta Ferrarese", 2 ottobre 1922.

ASCFE, Il bozzetto pel monumento ai Martiri ed ai Caduti. Il pensiero di Arrigo Minerbi in "Gazzetta Ferrarese", 3 ottobre 1922.

ASCFE, Il bozzetto pel monumento ai Martiri ed ai Caduti. L'ubicazione del monumento in "Gazzetta Ferrarese", 10 ottobre 1922.

 

ASCFE, Repertorio XX secolo, 1900-1950, Patrimonio Comunale, busta 26 esecuzione lavori in stabili di proprietà comunale, fasc. 01, stato finale e liquidazione dei lavori di restauro del Palazzo Comunale e costruzione della Torre della Vittoria, 1923.

Ripristino della facciata del Palazzo Comunale dedicato alla Vittoria e ai Caduti Ferraresi morti per la Patria, in "Gazzetta Ferrarese", 17 aprile 1925.

BCAF, La Vittoria. Celebrazione ferrarese del decennale, Ferrara XXXI ottobre MCMXXVIII A. VII, numero speciale del bollettino “Adunata” dell’Associazione mutilati di guerra col concorso delle associazioni famiglie dei Caduti-volontari-combattenti nastro azzurro, Ferrara 1928, pp. 1-42.

La “Vittoria” di Minerbi al Vittoriale in “Rivista di Ferrara”, pubblicazione mensile a cura del Comune di Ferrara, diretta da Nello Quilici, Anno III, Gennaio 1935-XIII, n. 1, p. 218.

Sculture di Arrigo Minerbi, Milano 196[?], Esemplare n. 1239 di 1500 copie numerate, pp. 15, 21.22, 48-49; tavole VII, VIII, IX-X.

M. Peron, G. Savioli (a cura di), Ferrara disegnata. Riflessioni per una mostra, pubblicazione realizzata in occasione della mostra “Ferrara disegnata 1815-1942, Comune di Ferrara, Archivio storico, 1986, pp. 113-116, 141.

A. Farinelli Toselli, L. Scardino (a cura di), Adamo e Sesto Boari architetti ferraresi del primo Novecento, Comune di Ferrara, 1995, pp. 22, 23.

L. Scardino, Itinerari di Ferrara moderna, Firenze 1995, pp. 202-203, sezione Cinque emblematici “restauri”, n. 1.

L. Scardino, Il monumento ai Caduti di Guarda Ferrarese, in “FD, Bollettino della ‘Ferrariae Decus’”, n. 10, 30 novembre 1996, p. 82.

L. Scardino (a cura di), Arrigo Minerbi e gli scultori della fornace Grandi di Bondeno, Comune di Bondeno, 1998, pp. 5, 15, 32, 35, 37, 43.

C. Cresti, Architetture e statue per gli eroi. L’Italia dei monumenti ai Caduti, Firenze 2006, pp. 113, 158.

A. Colombo, Un artista ingiustamente dimenticato. Arrigo Minerbi tra D’Annunzio e don Orione, in “L’Osservatore romano. Giornale quotidiano politico religioso”, Anno CLI n. 179, Città del Vaticano, 5 agosto 2011, p. 5.

T. Contri, Gian Francesco Costa architetto, 1892-1933, Contributi centesi, n. 6, collana di studi storici curata dal Comune di Cento, Cento 2011, p. 89.

C. Forlani (a cura di), Lettere all'immaginifico comandante, Ferrara 2011.

www.monumentigrandeguerra.it

Mappa

Itinerari collegati

Monumenti ai Caduti della Prima Guerra Mondiale nella Provincia di Ferrara
  • Tipo Monumenti ai caduti
  • Nazione Italia
  • Regione Emilia-Romagna
  • Provincia Ferrara

Segretariato regionale del Ministero per i beni e le attività culturali per l'Emilia-Romagna
C.F. 91220990377 - codice iPA per fatturazione elettronica: BQ9N1I
Strada Maggiore, 80 - 40125 - Bologna - Italia
Tel. 39 051 4298211 - Fax. 39 051 4298277

Lun-Ven: 9.00-17.00

e-mail: sr-ero@beniculturali.it - mbac-sr-ero@mailcert.beniculturali.it

  
fb
icon youtube icona twitter